Keep calm and carry on…

Keep calm and carry on, ovvero il nuovo album degli Stereophonics.
Oramai li abbiamo persi: non torneranno mai più quelli degli anni ’90, scordiamocelo, forse proprio perchè la vecchiaia è giunta pure per loro.
Questo non vuol dire che il loro ultimo album faccia pena e sia inascoltabile: questo no.
Le influenze rimangono sulla stessa linea d’onda degli ultimi album degli Stereophonics e rimane un album tranquillo e che si ascolta con molta facilità.
Insomma: non è nulla di che, ma allo stesso tempo è caruccio e non vedo l’ora di vederli live.
Oltre a questo sul nuovo album di Kelly Jones & co. non so che scrivere, a parte l’artwork stupendo, quindi stop.

Tracklist
1. “She’s Alright”
2. “Innocent”
3. “Beerbottle”
4. “Trouble”
5. “Could You Be The One?”
6. “I Got Your Number”
7. “Uppercut”
8. “Live ‘n’ Love”
9. “100mph”
10. “Wonder”
11. “Stuck In A Rut”
12. “Show Me How”

Dopo gli Stereophonics mi sono dedicata a “Y Not”, ovvero il nuovo album di Sir. Richard Starkey Jr, per gli amici Ringo Starr.
Non sarà Paul McCartney, presente nella traccia “Walk with you” (stupenda del resto), ma Sir . Richard ha tirato fuori un gran bell’album: intenso, dolce, e con vari riferimenti a Liverpool e al suo passato ; “Peace dream” per esempio cita una sua vecchia conoscenza, un certo John lennon….
L’unica cosa che non sopporto né di Paul né di Richard, scusate ma proprio non sopporto il nome “Ringo” (mi ricorda il nome di un cane, o peggio di uno che cerca di fare radio e dice “ruock and ruoll” a cazzo senza sapere cosa sia), è il fatto che non vengano in Italia, o nelle vicinanze, per un cazzo di concerto: su last.fm leggo sempre le solite date in UK (e ok, si potrebbe fare una tappa lì), United States e South America.
Venderei un rene su ebay per vedere in concerto o Paul o Richard.
Musicalmente su “Y Not” c’è qualcosa da dire?
Assolutamente no: si sente che Ringo Starr ama mischiare più sound e ha un’esperienza incredibile.
E’ Richard Starkey, basta, non c’è niente altro da dire: la stessa cosa vale per George, che mi manca troppo e tanto (é il mio Beatles preferito), John e Paul.
Chiudo.

Tracklist
1. “Fill in the Blanks” (Featuring Joe Walsh)
2. “Peace Dream” (Featuring Paul McCartney on bass)
3. “The Other Side of Liverpool”
4. “Walk With You” (duet with Paul McCartney)
5. “Time”
6. “Everyone Wins”
7. “Mystery of the Night”
8. “Can’t Do It Wrong”
9. “Y Not”
10. “Who’s Your Daddy” (Featuring Joss Stone)

Buon ascolto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...