Devo proprio aggiornare?

… Sì, devo perché in qualche modo mi devo distrarre da questo periodo che forse, piano piano, si sta risollevando.
Basta non dico altro, cioè sì ma tutto il resto è legato a musica, musica, musica e concerti.

Ora racconto una storiella.
Qualche annetto fa, più o meno quando avevo 17 anni o una cosa del genere, mi misi ad ascoltare un certo Rufus Wainwright: non appena vidi chi fosse questo Rufus e sentii la sua voce mi innamorai perdutamente di lui.
Non appena scoprii che quest’uomo era gay crollai psicologicamente e mi dovei cercare un altro cantante da amare e venerare, cioè in realtà c’erano già Graham e Damon, però Rufus, non so… forse la voce, il pianoforte, sì ok guardatevi il video alla fine di tutto questo e FORSE potete capirmi.

Passiamo a cose serie, ovvero all’ultimo album di Rufus Wainwright “All Days Are Nights: Songs for Lulu”: solo dal titolo ci sono due citazioni.
La prima parte del titolo è legata a Shakespeare, la seconda probabilmente a un’attrice del cinema muto, o almeno così ha dichiarato lo stesso artista.
La voce di quest’uomo è unica, così come è unica la sua passione per la lirica: ha una voce incredibile che si mescola a una sensibilità mai banale, sempre ricca e coinvolgente.
Parlo di sensibilità poiché ascoltando l’album è notevole la sua devozione nei confronti della sua famiglia e dell’amore (Zebulon).
E’ un album intenso e dolcissimo, è un album di Rufus Wainwright che va ascoltato in assoluto silenzio e magari a un conservatorio (sperando che non siano finiti i biglietti per Firenze).

Tracklist

01 Who Are You New York?
02 Sad With What I Have
03 Martha
04 Give Me What I Want and Give It to Me Now!
05 True Loves
06 Sonnet 43
07 Sonnet 20
08 Sonnet 10
09 The Dream
10 What Would I Ever Do With a Rose?
11 Les Feux D’Artifice T’Appellent
12 Zebulon

Ok basta: interrompo qui il post perché la mia voglia di scrivere in quest’istante è pari a quella di sentire Simona Ventura parlare, o chiamare Liam Gallagher, Laiam.

3 pensieri su “Devo proprio aggiornare?

  1. Ottima recensione. Alla fine, sei riuscita ad andarlo a vedere a Firenze? Io domani sera sarò al conservatorio Verdi di Milano per ascoltarlo dal vivo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...