Let’s disappear till tomorrow.

Finalmente sono riuscita ad ascoltare i primi due album di giugno:
“I shouldn’t look as good as I do” di questi americani Math and Physics Club e Serotonin dei Mystery Jets.
Mi tolgo via un dente del giudizio e subito “””distruggo”””, in parte, il primo album citato: non fa schifo eh, ma gli accordi sono quelli e non c’è niente di così innovativo in questa band. Questi M&P, troppo lungo da scrivere, sono carini eh: il loro album è orecchiabile e dolce, così come i loro testi, e passa velocemente, per fortuna.
Dalla prima all’ultima traccia, però, l’album si mantiene costante: la voce ha sempre quella tonalità, i suoni sono quelli e dopo un po’ l’album fa quasi addormentare.
Ci sono, fortunatamente per questa band, delle canzoni decisamente più spensierate, meno monotone e con gusto più “estivo”: il loro è un album colorato a metà, che mostra una parte troppo sdolcinata, che diventa insopportabile, e un’altra più vivace.

L’album numero due è quello dei Mystery Jets.
Allora.
Pure questi marmocchi hanno deciso di fare un grande passo e concentrarsi più sulla musica e meno sulle canzonette indie-solite. Da vera indie-snob mi verrebbe da dire: “basta con le solite indie-band di giovani mocciosi inglesi che non hanno nemmeno i peli sotto le ascelle” … Ma non direi mai una cosa simile, dato che il genere che ascolto è di quelle band di giovani ragazzi inglesi, non so se abbiano o meno peli sotto le ascelle e non me ne frega molto, e mi piace parecchio, almeno la maggior parte delle volte. Non è che mi piacciano tutti i gruppi indigeni inglesi…(tipo gli Enemy potrebbero buttarsi nel Tamigi, per dire).
Va beh, torniamo ai Mystery Jets che hanno realizzato il terzo album album, questo “Sorotonin”, maturo e immediato: non c’è niente di così elaborato e la semplicità fa sì che chi ascolta venga preso all’istante.
Ci sono, ovviamente, le solite tracce dei Mystery Jets: la tastierina anni ’80, che novità eh, e altro che ricorda vagamente gli anni’60, beh basta vedere il video nuovo!
Un album decisamente più pensato e, almeno per quanto mi riguarda, più immediato rispetto ai precedenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...