Horses vs Horses

Il motivo per cui ho dato proprio questo titolo al post è molto semplice: i Pulled Apart By Horses sono una band di Leeds, e sono meno indie di quanto pensassi all’inizio, e il loro album omonimo è incredibile; in contrasto con ‘sta band, pazza, di Leeds ci sono i The Rescues, band americana, con il loro Let loose the horses”.

Pulled apart by horses è una band di Leeds, ben diversa dai gruppi inglesi che solitamente ascolto (brit-indie-elettronica e robaccia simile) e una delle poche del genere che mi hanno colpito: su lastfm ci sono i tag “Post-hardcore”, e per la vociazza ci sta, “Indie”, “Alternative Rock”.
Non per dire ma sono della stessa etichetta dei Foals (Transgressive Records).
Direi proprio che a questi ragazzi di Leeds l’energia e la rabbia non mancano: dall’inizio fino alla fine dell’album domina un’esplosione dei due elementi sopra citati, dati in particolar modo dal vocalist, mescolati a sonorità più riconoscibili, almeno per me, e legati alla musica indigena.
Non hanno niente a che vedere con band come Gallows, una delle band più inutili della storia del genere, e Enter Shikari, non inutili ma da ascoltare solo in determinati momenti e situazioni.
Sarà la “musichetta” indie, con accordi che ne ricordano tanti altri, e la vocetta da psicopatico di Tom Hudson, ma la loro nuova uscita discografica merita davvero.

1. “Back to the Fuck Yeah” – 2.41
2. “The Crapsons” – 2.14
3. “High Five, Swan Dive, Nose Dive” – 2.54
4. “Yeah Buddy” – 2.27
5. “I Punched a Lion In the Throat” – 3.14
6. “I’ve Got Guestlist to Rory O’Hara’s Suicide” – 2.20
7. “Get Off My Ghost Train” – 3.27
8. “Meat Balloon” – 3.26
9. “Moonlit Talons” – 3.27
10. “The Lighthouse” 2.16
11. “Den Horn” – 7.27

rotfl:

Let loose the horses è l’album dei The Rescues band americana uscito il 25giugno.
Secondo i tag di LastFm, la band in questione farebbe Indie-IndieRock: certo l’indie ci sta, ma l’influenza Pop è parecchio evidente.
L’album in questione è un doppio: certe canzoni hanno lo stesso effetto del Valium, altre sono decisamente più vive ed energiche.
Le canzoni-Valium sono canzonette molto simili tra loro, almeno 3 nell’album, e assomigliano alle solite canzoncine romantiche. In tutto questo ci vorrebbe un minimo di creatività.
L’altra parte dell’album è, al contrario, molto più vivo e colorato da un pop leggero e orecchiabile.

01. Let Loose The Horses
02. Start A Riot
03. We’re OK
04. Before The Fall
05. Never Too Late
06. Can’t Stand The Rain
07. Break Me Out
08. Follow Me Back Into The Sun
09. The City And The River
10. Stay Over
11. Stranger Keeper
12. You’re Not Listening

Non ho finito. C’è una terza band di cui voglio parlare poiché mi sono leggermente fissata.
Sono americani, fanno musica “Indie” e riprendono tanto dai Beach Boys: si chiamano The Drums e al festival di Glastonbury, non mancherò prossimo anno, sono piaciuti veramente tanto al pubblico.
“Finalmente” si distinguono dalla solita Indie-band inglese e sono parecchio estivi e freschi.
Band ovviamente giovane e che non vedo l’ora di vedere per poterli giudicare meglio.

01 Best Friend
02 Me and the Moon
03 Let’s Go Surfing
04 Book of Stories
05 Skippin’ Town
06 Forever and Ever Amen
07 Down By the Water
08 It Will All End in Tears
09 We Tried
10 I Need Fun in My Life
11 I’ll Never Drop My Sword
12 The Future

(Venerdì vado a rivedermi Adam Green, dato che l’ex sosia del Casablancas ama tanto Bologna…)

Un pensiero su “Horses vs Horses

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...