Fight Like Apes @ Old Blue Last: bere tanto, divertirsi tantissimo, ma non ricordarsi niente del concerto.

Nessun riposo dopo i due concerti deliranti dei Friendly Fires alla Brixton Academy, anzi: domenica 27 mi dirigo a Old Street per il concerto gratuito dei Fight Like Apes all’ Old Blue Last.
Prima dei Fight Like Apes, visti da ubriachissima sempre a Londra in occasione del Wireless Festival, ci sono altre due band emergenti: Foe e Bitches.
Premetto una cosa: mi ricordo poco e niente delle tre band, perché, anche questa volta, l’alcool ha deciso di impossessarsi del mio corpo. Ricordo, però, di essermi divertita tanto sul live esplosivo della band capitanata dalla pazza furiosa MayKay.
Iniziano i Bitches, un duo ragazza-ragazzo, che fanno un grandissimo rumore e che ne devono percorrere di strada per crescere.
Lo show che propongono è ricco di sonorità Punk e Noise, ma quello che ne deriva è solo pura confusione. Come energia e presenza scenica ci siamo, ma serve meno rumore e più musica, del resto non si riusciva a capire quando cantavano e quando non.
I Foe, invece, non sono nemmeno tanto male, ma sono un po’ piatti e li seguo poco a causa del continuo avanti-indietro dal bancone del bar tra birra e gin tonic.
I Foe sono una band indie-pop con piccole influenze elettro: niente di nuovo, ma anche loro hanno bisogno di una leggera spinta.

Finalmente arrivano sul palco i Fight Like Apes capitanati dalla fantastica ed energica MaryKay. E ogni volta che li vedo devo essere sbronza: a quanto pare è una sorta di rito.

Fortunatamente mi ricordo (a tratti) questo live: meno energico del live del Wireless, dove tutti (e ripeto: TUTTI) ballavano trasportati dalla furia della frontwoman sul palco, ma uno show più piacevole e “tranquillo”.
I Fight Like Apes sono ancora troppo sottovalutati e poco considerati dalla critica, ma su un palco mostrano una vitalità sulla quale è impossibile restare fermi.
Trascinatori, deliranti e con una frontwoman che-wow- trasmette tanta energia ai presenti.
Devo rivederli assolutamente, e questa volta cercando di evitare l’alcool…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...