The end of all things

The end of all things. Lo so: è un album del 2011. Lo so: gli indie snob tendono a lasciarsi indietro il 2011 e catalogare ormai solo album del 2012.
Sono in ritardo di qualche mese, ma dato che in pochi ne hanno parlato mi sembra giusto scrivere di quest’album e di questo progetto, Tropic of Cancer, creato da un duo che su lastfm si descrive così: Camella Lobo & John Mendez, a.k.a. Silent Servant. Solo i due protagonisti, niente indizi sulle influenze e sul genere trattato: quello che conta davvero è ascoltare.

Un album -quasi- tutto incentrato sull’aspetto strumentale, nonostante la presenza vocale improvvisa e piuttosto inquietante.
The end of all things, ovvero un titolo che non promette niente di buono e niente di allegro (musicalmente parlando): i Tropic of Cancer, infatti, si dedicano a un genere cupo, innovativo, new\dark wave (à la Cold Cave) mescolata a shoegaze.
Le sonorità dell’album sono molto suggestive e creano una sorta di nebbia dalla quale si cerca, inutilmente, di fuggire; queste atmosfere cupe sono perfettamente accompagnate dal turbamento interiore dei due protagonisti che esprimono un certo disagio nei confronti della vita e una poca fiducia nei confronti del mondo circostante.

Awake

“Awake”, la penultima traccia, è la canzone della rinascita e quella che esprime più “voglia di vivere”, ma non illudetevi: proprio all’ultimo, con “Chrome Vox”, si ricade nell’oblio.
“The end of all things” non è un album, ma un vero e proprio incantesimo che cattura e affascina chi lo ascolta.

Tracklist:

01 – The Dull Age
02 – Victims
03 – Be Brave
04 – L.O.V.E. Feelings
05 – Distorted Horizon
06 – Awake
07 – Chrome Vox

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...